Bontà Teresa Letizia nasce a Licata (Agrigento) nel 1981. Si avvicina al mondo della fotografia giovanissima, da autodidatta. Il primo soggetto che l'ha stimolato, è stato sicuramente il suo ambiente e le bellezze artistiche e paesaggistiche del suo paese. Ma fra i suoi temi preferiti non mancano le persone, la Donna, la realtà circostante. La sua è una fotografia semplice ma attenta ai particlari. Le sue foto raccontano ciò che è e ciò che è stato. Partecipa a vari concorsi ottenendo un riconoscimento per il concorso "Autismo..l'essenziale agli occhi" ed un premio web per il concorso " i volti della saggezza" Realizza la sua prima mostra fotografica a Licata riscuotendo il successo della città è delle testate giornalistiche più di duemila persone in visita in tre giorni. A Venezia partecipa al concorso Premio Arte Laguna un concorso pubblico di alto livello. A Mestre presso l'associazione Atelier realizza la sua seconda mostra fotografica affianco ad artisti è fotografi. Nell'estate del 2018 realizza un servizio fotografico in Sicilia a Palma di Montechiaro dove osa andare oltre sfondando il muro dei tabù, il bacio tra due donne davanti alla chiesa ha suscitato parecchio scalpore da parte della popolazione è delle testate giornalistiche. Gli scatti hanno avuto il consenso positivo del noto stilista Stefano Gabbana che su Instagram ne ha apprezzato gli scatti.

A Settembre si ricandida al Premio Arte Laguna ma questa volta entra nel profondo di se stessa. Realizza un servizio fotografico dove racconta il dolore di donna è madre vissuto durante la separazione. Gli scatti dimostrano una maturità artisca altà sia per il tema sia per l'impatto delle foto. Venezia todey, La Nuova Venezia Mestre è il giornala la Sicilia realizzano articoli dettagliati sugli scatti riscontrando il consenso di numerose mamme è donne sul tema.

A Novembre in collaborazione con il comune di Mira realizza un video sulla Violenza sulle Donne, video che su Facebook ha raggiunto il Milione di visualizzazzione oltre che le numerose condivisioni.

Prima di chiudere questo 2018 realizza un superlativo servizio fotografico dove reinterpreta L'urlo di Munch, nella sua interpretazione benda una modella cercando di tirare fuori quell'urlo che tanto opprima la sua anima.Un servizio fotografico forte che ne conferma l'evoluzione fotografica.

Nel mese di maggio vince il concorso fotografico Michelangelo Vizzini piazzandosi al secondo posto con lo scatto a "FIMMINA"
Nello stesso concorso ottiene il premio speciale della giuria per la foto " Scandalo fù" 

Attualmente vanta numerose interviste per testate giornaliste di rilievo ,la più importante è stata al noto Curatore D'arte ; Alessandro Schiavetti che ne racconta i scatti

Premio Michelangelo Vizzini

Seconda classificata invece "A fimmina" di Teresa Letizia Bontà, fotografa che ha vinto anche il premio speciale dell'ambulatorio odontoiatrico Dott. Santo Trovato, main sponsor dell'iniziativa, per lo scatto "Scandalo fu". Nel primo sono due i soggetti, probabilmente una figlia e un papà anziano, nella cucina di una baracca-grotta dove, tra cassetti sconquassati di un vecchio armadio e varie suppellettili, la più giovane "fimmina", dallo sguardo e bellezza mediterranea, si gira richiamata dalla faccende domestiche mentre sistema un piatto: è il ritratto di una Sicilia povera, che ricorda quando i siciliani scappavano dall'isola tra '800 e '900 per le condizioni di miseria, di una Sicilia legata alla famiglia come alla cucina come alle origini, di una Sicilia che vorremmo non esistesse più e al contrario, in molti paesi e borghi queste fotografie sono realtà odierne